"C_e7uPjlxBViY": { "on": "visible", "vars": { "event_name": "conversion", "send_to": ["AW-10830439290/Ih_PCKn708EDEPrGrawo"] } }
 
Rechercher

L'Estate is coming........





....Diciamo la verità visto il meteo di questi giorni la frase fa ridere...... e invece a pensarci bene è davvero cosi, ci ritroviamo a maggio con la speranza che questa dopo due anni di restrizioni, sia un estate fantastica, speriamo che faccia questa concessione anche il tempo..... e allora come possiamo prepararci per questa stagione? Oltre ovviamente a pianificare le vacanze, inizieremo sicuramente a dare una "svernata" ai nostri menu', la voglia di freschezza di qualcosa di nuovo e piu' leggero....che ci porti in forma alla prova costume...

ed ecco che vengono fuori le varie diete a zone intermittenti keto e chi piu' ne ha piu' ne metta..... facciamo quindi una carrellata di quello che persone fanno prima della famosa prova costume e come i ristoranti in Italia cambiano alcune cose nel menu' per venire incontro ai loro clienti .

Iniziamo col parlare delle varie diete in voga in questo periodo. Quindi stagione nuova propositi vecchi come quello di mettersi a dieta e perdere qualche kg di troppo. Ma quale scegliere.....facciamo una carrellata sulle piu' famose.

Dalla Dash, specifica per l'ipertensione ma che consente di dimagrire, la Flexitariana, la Paleo dieta , dalla Keto modificata alla Dunkan. Anche se da tutti gli esperti la dieta Mediterranea risulta la migliore in assoluto. Vediamo una per una queste diete.


LA DASH

E' un modello alimentare studiato dall'Università di Harvard, per chi soffre di ipertensione. L'obbiettivo è mantenere bassi pressione e il contenuto di sodio. per questo punta soprattutto a valorizzare nutrienti come potassio, calcio, fibre e proteine. partendo dalla limitazione del sale da cucina. Sono frutta e verdura di stagione, cereali, integrali, grassi buoni come l'olio e proteine, limitando invece grassi saturi sale e altri alimenti che possono avere effetti negativi a livello cardio circolatorio.




LA KETO

E' una dieta entrata in voga circa 20 anni fa che per l'apporto energetico punta sui carboidrati a discapito dei carboidrati. In tal modo si induce uno stato metabolico simile a quello del digiuno la cosiddetta Chetosi. Questa dieta era stata studiata negli anni 20 per combattere l'epilessia grave nei bambini e adolescenti con grande successo visto che riduce drasticamente le crisi.

Dicevamo quindi che il grasso dovrebbe fare parte di ogni pasto, con un bisogno energetico di 200 kcal, ogni giorno a tavola si devono portare 165g di grassi,40 g di carboidrati (una porzione di riso)e 75 g di proteine. La scelta degli alimenti é fortemente limitata, e rende quindi difficile sostenere questo regime alimentare per molto tempo. Inoltre alla lunga queste limitazioni possono portare ad una carenza di vitamine, fibre e minerali. altra problematica risulta dal fatto che non tutti i grassi sono uguali, bisogna quindi attribuire la massima priorità alla qualità degli alimenti. L'errore piu' frequente é che sul piatto finiscono alimenti fritti ad alto contenuto di grassi trans e cibi contenenti grassi saturi, che favoriscono l'insorgere di malattie cardiovascolari. Bisogna ricordare, dunque, di preferire i grassi acidi insaturi. Questo di alimentazione potrebbe inoltre affaticare reni e fegato. Un effetto collaterale dell'apporto di troppi grassi e proteine è la cosi detta influenza chetonica che si manifesta in spossatezza, irritabilità, mal di testa, crampi muscolari problemi di digestione. Per fortuna dovrebbero sparire in massimo una settimana. il vantaggio maggiore di questa dieta è che lo zucchero è un Tabu'.



Ovviamente nessun regime alimentare di quelli che elencheremo piu' avere dei risultati da soli senza uno stile di vita attivo e una certa dose quotidiana di attività fisica.


LA DUNKAN

Passiamo ora ad una delle diete piu' famose e piu controverse degli ultimi anni. La famosa Dunkan è divisa in 4 fasi, privilegia le proteine che hanno il vantaggio di essere poco caloriche. Si basa dunque sul consumo di alcune carni, di pesce e di uova in quantità illimitata almeno nella prima fase. Questa dieta promette la perdita di peso e il mantenimento se si seguono tutte e 4 le fasi. Il suo ideatore, il nutrizionista francese Pierre Dunkan, venne radiato dall'albo dei medici nel 2012 per delle violazioni nell'etica di comportamento nella sponsorizzazione di un regime alimentare non esattamente in linea con quelle che sono le linee di un'alimentazione corretta. Divenne famoso quando la Dunkan entro nel palazzo reale inglese.

La Dunkan, come altri regimi alimentari iperproteici potrebbe affaticare oltre misura fegato e reni, e viene definita da molti nutrizionisti una dieta sbilanciata e rischiosa se seguita per lunghi periodi.

vediamo le 4 fasi della Dunkan due di dimagrimento e due di mantenimento.

chi segue questa dieta puo' comporre il suo menu' scegliendo ,secondo determinati criteri, tra 100 alimenti 72 di origine animale e 28 di origine vegetale. Per ottenere mantenere i risultati promessi, ossia perdere peso, bisogna seguire con molto scrupolo le 4 fasi. Questo è il principio cardine: il peso che si desidera ottenere che varia da persona a persona e dipende da diversi fattori che vanno dalle caratteristiche personali, al sesso, all'età, ossatura fino al numero di gravidanze per la donna.




LA DIETA' FLEXITARIANA

Prevede un regime alimentare prevalentemente vegetariano , ma che consente anche carne e pesce con un po' di flessibilità da qui il nome. la usano anche molte star di Hollywood. Ad idearla è stata una dietista americana autrice di un libro diventato una sorta dio Bibbia in materia , The flexitarian diet , che prevede un consumo limitato di carne e pesce, non tanto per motivi etici quanto per ragioni di salute. Sono consigliati anche prodotti bio e a km zero. le calorie consigliate complessive sono 1500 suddivise in 300 a colazione , 400 a pranzo, 150 per ciascuno spuntino e 500 a cena. Anche se diciamo la verità questa è solo il tentativo di trasportare in chiave moderna la dieta mediterranea.


LA NOOM ????

Il nome sembra appartenere di piu' ad un film di fantascienza ed effettivamente non è esattamente una dieta ma una app di personal trainer che non ti da una vera e propria dieta ma ti fa aggiungere quello che consumi giornalmente e lei ti dice cosa e buono e cosa no. quindi alla fine da delle semplici indicazioni e diciamo la verità, non credo con grandi basi scientifiche perché non tiene conto di altri fattori come lo stile di vita. anche se qualcuno dice di aver perso peso...


Ormai le diete hanno preso dei nomi che sembrano quasi degli scioglilingua ogni anno e ogni stagione ne aggiungiamo sempre una nuova, ma una cosa non cambia e che tutte hanno in comune, l'ossessione per il dimagrimento, per un corpo scolpito, avvolte tralasciando il sano. Già perché avvolte é la scienza stessa smontare le teorie cosi dette "scientifiche " su cui queste diete si basano. Molte sono "certezze assolute" basate solo sul marketing, la narrazione del funzionamento di una dieta e dei suoi risultati eccezionali in brevissimo tempo non va molto d'accordo con i principi fisiologici scientifici della nutrizione. Giungiamo quindi alla conclusione che molte delle diete "piu popolari" e che rimbalzano sui social sono sono dei capricci inutili e bufale alimentari che rischiano di provocare effetti gravi. Non aggiungono nulla al concetto di mangiare Bene&Sano, tenendo presente tutti gli elementi che contribuiscono a costruire una relazione onesta col cibo.

LA DIETA MEDITERRANEA

Ed ora passiamo a quella che tutti i nutrizionisti definiscono come migliore e quella che piu' si sposa con le linee guida del mangiare bene e sano, la dieta mediterranea.

La dieta mediterranea é uno stile di vita piu' che un semplice elenco di alimenti.



Alla base della piramide alimentare ci sono tante verdure, un po' di frutta cereali meglio integrali. Salendo troviamo il latte e i derivati a basso contenuto di grassi come lo yogurt contemplati in 2/3 porzioni da 125ml. L'olio extra vergine di oliva da consumare a crudo senza esagerare circa 3/4 cucchiai al giorno, assieme ad aglio, cipolla, spezie ed erbe aromatiche al posto del sale , sono i condimenti migliori per i nostri piatti, in stile mediterraneo. Altri grassi buoni oltre a quello dell'olio ci vengono forniti dalla frutta a guscio e dalle olive in 1/2 porzioni da 30g. Verso il vertice della piramide ci sono gli alimenti da consumare non ogni giorno ma settimanalmente, sono quelli che forniscono prevalentemente proteine tra le quali dovremmo favorire il pesce e i legumi con almeno due porzioni alla settimana ciascuno. Il pollame 2/3 porzioni, le uova da 1 a 4 a settimana. i Formaggi non piu' di un paio di porzioni da 100g, 50g se stagionati.

Al vertice della piramide ci sono in fine gli alimenti da consumar con moderazione: " o meno per le carni rosse 100g mentre per affettati e salumi ancora meno 50g. Infine i dolci da consumare il meno possibile.

In conclusione un'alimentazione bilanciata dovrebbe essere cosi suddivisa

45-60% di glucidi complessi

10-12% di proteine che dovrebbero corrispondere a 0,9 g per kg di peso corporeo

20-35% di grassi di cui quelli saturi devono essere meno del 10%


Questi sono solo alcuni esempi di regime alimentare, ne esistono altri 1000 e ogni stagione ne aggiungiamo una all'elenco, dal mangiare solo crudista, solo frutta, solo verdura e cosi via.

Io sono del parere che il "troppo stroppia" in ogni cosa, siamo bombardati dalla mattina alla sera, di quello che secondo la tv e i social sia la perfezione, ma la perfezione davvero non esiste. I modelli che ci propinano come perfetti in realtà non lo sono se per postare una foto devi usare 25 filtri. Io credo che l'obbiettivo principale di un regime alimentare sia quello di farci stare bene, in salute fisica e mentale e di farci sorridere. Le troppe privazioni o gli eccessi non porteranno nulla di buono, inoltre siamo sicuri che saremo davvero felici. Preferisco un'alimentazione sana che mi faccia sentire in forze, per poter fare tutto quello che mi piace, e questo vuol dire non essere eccessivamente magri ne eccessivamente grassi. Forse prima di intraprendere una qualsiasi dieta dovremmo capire davvero che percezione abbiamo di noi e cosa vogliamo davvero tenendo i piedi per terra. Pensiamo alla salute viene prima di tutto, alimentazione corretta un po' di movimento e perché no ogni tanto anche qualche stravizio che fa bene all'anima.


ALLA PROSSIMA.

0 vue0 commentaire

Posts récents

Voir tout